.:: Camera di Commercio di Matera ::.

Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina


Home > Territorio e Infrastrutture > Infrastrutture > Ue i project bond genereranno investimenti per 4 6 mld

Ue: i 'project bond' genereranno investimenti per 4,6 mld

Data di aggiornamento: 20-10-2011

Al fine di rilanciare il mercato delle obbligazioni (attualmente poco utilizzato per investimenti infrastrutturali a causa della crisi finanziaria) nonché di aiutare i promotori dei singoli progetti infrastrutturali ad attrarre finanziamenti privati di lunga durata la comunità europea ha previsto lo stanziamento di prestiti obbligazionari per il finanziamento dei progetti di interesse comunitario.

Nella fase di avvio Bruxelles potrebbe usare i fondi di bilancio per i programmi a favore di competitività e innovazione fino ad arrivare a 230 milioni. Così come avviene per il finanziamento con condivisione dei rischi e delle garanzie di prestito per i progetti di trasporto delle Ten (le grandi reti infrastrutturali transeuropee) il bilancio Ue sarà utilizzato per fornire contributi in conto capitale alla Bei coprendo una parte dei rischi assunti dalla banca nel finanziamento dei progetti ammissibili. Sarà la Bei ad assumersi il rischio residuo.

Nella fase pilota si prevede di concentrarsi su 5-10 progetti tra quelli che si trovano in una fase relativamente avanzata del processo di gara e di finanziamento oppure che richiedono un rifinanziamento successivo alla fase di costruzione in uno o più dei tre settori interessati (trasporti, energia e banda larga).

La Commissione ribadisce ripetutamente che tra il 'project bond' e l'Eurobond c'è una differenza sostanziale: il project bond' ha lo scopo di aumentare la capacità di credito dei soggetti privati che hanno bisogno di capitali per finanziare la realizzazione di infrastrutture, mentre l'Eurobond consisterebbe nell'emissione comune di obbligazione da parte degli stati per finanziare la spesa pubblica.

 

Fonte: Radiocor