.:: Camera di Commercio di Matera ::.

Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina


Home > Comunicazione > Comunicati > Capund da record. Tortorelli: Così si valorizza territorio

Capund da record. Tortorelli: Così si valorizza territorio

/uploaded/Foto Articoli/foto sagra del capund 2.jpg

I sapori della buona tavola forte attrattore dell’offerta turistica materana. La conferma è venuta dal record e  dalla festa di piazza di
di Irsina per la sagra del “capund’’, il cavatello di pasta fatta in casa che le massaie del luogo hanno preparato con maestria su un lungo  tavoliere mettendone  in fila  ben 265 metri, utilizzando farina di grano duro  varietà Senatore Cappelli. L’iniziativa, giunta alla quarta edizione, è stata sostenuta dalla Camera di commercio di Matera in relazione a un consolidato programma di valorizzazione sulla Dieta mediterranea e della filiera cerealicola. E’ toccato al presidente dell’Ente camerale, Angelo Tortorelli, notificare il record alla presenza del sindaco Angelo Raffaele  Favale, dell’assessore al turismo Eufemia Verrascina e di numerosi concittadini e turisti ,che hanno seguito e applaudito la performance delle donne del paese. “ La presenza di tanti visitatori–ha detto il presidente Angelo Tortorelli- conferma la validità della la sagra, divenuto  un forte attrattore per i buoni sapori della dieta mediterranea e per la filiera cerealicola locale, che ha puntato sul grano Senatore Cappelli dal quale si produce la farina per impastare i gustosi capund.   E’ importante l’investimento sulla tradizione, a conferma della genuinità dei prodotti e della unicità dei  piatti della buona tavola che rappresentano una componente importante dell’offerta turistica locale’’.

Matera 14 agosto 2013                                    

L’addetto stampa
Francesco Martina
 

Data di pubblicazione: 16/08/2014
Data di aggiornamento: 16/08/2014

Cerca

Esprimi il tuo voto:

Loading........
Voti per questo Articolo: 0
Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter