.:: Camera di Commercio di Matera ::.

Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina


Home > Comunicazione > Comunicati stampa 2011 > Incendi nel Metapontino. Appello Cciaa Matera alla vigilanza

Incendi nel Metapontino. Appello Cciaa Matera alla vigilanza

Ferma condanna per gli incendi dolosi che hanno devastato le pinete di San Basilio di Pisticci, maggiore vigilanza nell’attività di prevenzione e fiducia nell’azione investigativa degli inquirenti affinchè possano individuare e punire i colpevoli. Sono i commenti del presidente della Camera di commercio di Matera, Angelo Tortorelli. che ha espresso preoccupazione per i danni che gli incendi dolosi hanno procurato sulle aree verdi del Metapontino e sull’immagine turistica del comprensorio.

 
“ Il patrimonio ambientale del Metapontino e di altre località turistiche della provincia di Matera -ha detto Tortorelli- va tutelato con un maggiore impegno di tutti. E questo perché i beni ambientali sono una componente importante dell’offerta turistica e dell’ economia locale. Apprezziamo quanto l’assessore regionale alle Infrastrutture. Rosa Gentile, ha fatto e intende mettere in campo in questo settore, insieme ad enti locali, protezione civile e volontari. Da parte di tutti un invito a vigilare e a segnalare a Vigili del Fuoco, Corpo forestale dello Stato, Protezione Civile, Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Locale, Volontariato anche i più piccoli segnali di fumo o incendi che possono mandare in fumo i nostri polmoni verdi e i sacrifici di operatori economici, che hanno investito tanto per il territorio e per il turismo metapontino’’-
 
Matera 28 luglio 2010
L’addetto stampa
Francesco Martina
 
Data di pubblicazione: 02/07/2011
Data di aggiornamento: 02/07/2011

Cerca

Voci Collegate

Esprimi il tuo voto:

Loading........
Voti per questo Articolo: 0
Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter